Connettiti con noi

Focus

Perisic Inter: il rinnovo di contratto conviene ai nerazzurri?

Pubblicato

su

Il contratto di Ivan Perisic scadrà il prossimo giugno e l’Inter si interroga sulla convenienza di un eventuale rinnovo

L‘Ivan Perisic II presentatosi a Milano sponda nerazzurra non ha nulla a che fare con quello vista nella sua prima esperienza. Il calciatore croato – che a livello numeri si è sempre ben figurato – veniva spesso attaccato soprattutto per la sua incostanza e l’impressione di svogliato che dava.

Nel 2019, una volta arrivato Conte sulla panchina dell’Inter, Perisic ha confermato i sospetti sulla sua poca voglia, rifiutando di fatto di giocare nel ruolo di esterno a tutta fascia e accettando di essere messo sul mercato. Il prestito al Bayern Monaco non solo gli ha regalato un incredibile Triplete, ma ha restituito ai nerazzurri un calciatore trasformato.

Quando, infatti, al termine della stagione 2019/2020 è tornato ad Appiano Gentile, era prevedibile aspettarsi una nuova cessione. Il croato si è invece messo a disposizione di Conte e ha accettato il ruolo di esterno nei 5 di centrocampo. Dopo alcuni alti e bassi, nel giorno di San Valentino – Inter Lazio 3-1 -, Perisic ha completato la sua personale trasformazione. In quel giorno lì, infatti, disputò una gara sensazione soprattutto sotto il piano difensivo. Una prestazione ripetuta sette giorni dopo nel Derby di Milano vinto che consentì all’Inter di allungare sui rivali cittadini. Da quel momento è stato un susseguirsi di grandi gare.

Al termine del girone d’andata di questa stagione, sotto l’attenta guida di Simone Inzaghi, Perisic risulta essere uno dei migliori in assoluto della squadra. Difensivamente perfetto, offensivamente pericoloso – come dimostrano i già 4 gol realizzati – e, soprattutto, faro per i suoi compagni. Diverse volte l’esterno croato ha cercato di aiutare il neo arrivato Dumfries e nell’ultima partita contro il Torino ha redarguito Vecino, a suo modo entrato in maniera poco convinta.

L’Inter, a 6 mesi dalla scadenza del contratto, si chiede se tutto ciò sia sufficiente per prolungare questo rapporto. L’intenzione sarebbe quella di rinnovare di altri due anni a 3 milioni di euro, mentre il croato vorrebbe un triennale al doppio della cifra proposta. Distanza decisamente ampia che difficilmente verrà colmata.

Quello che ferma il club nerazzurro è la richiesta relazionata all’età. Con la necessità di tagliare ulteriormente i costi, un contratto del genere a chi è prossimo ai 33 anni è rischioso. Quel che è certo, però, è che questo Ivan Perisic, all’Inter, fa assolutamente comodo.