Connettiti con noi

Hanno Detto

Zanetti: «Inter? Per me è famiglia. Essere capitano…»

Pubblicato

su

Il vicepresidente dell’Inter, Javier Zanetti, ha parlato della sua carriera e del Triplete conquistato nel 2010

Intervistato dalla piattaforma “Sorare“, l’attuale vicepresidente dell’Inter ed ex bandiera nerazzurra, Javier Zanetti, ha ripercorso parte della sua carriera e, in particolare, la stagione 2009/2010, culminata con la conquista del Triplete:

CAPITANO – «Per me famiglia è Inter. Essere il capitano era una grande responsabilità. Primo perché ero diventato capitano molto giovane ed ero capitano di grandi giocatori come Roberto Baggio, Ronaldo, Eto’o, Ibrahimovic. Un capitano non è il giocatore che grida di più o si fa riconoscere per altri motivi, un capitano fa la differenza dando l’esempio».

TRIPLETE – «È stato un anno speciale, intenso. Ognuno di noi sentivamo di avere una grande opportunità. José è stato bravo a costruire un gruppo di grandi giocatori con grande personalità. Negli ultimi due mesi abbiamo avuto due partite decisive. Partite come quella contro il Chelsea e la famosa partita contro il Barcellona che è stata come una finale anticipata. La finale al Bernabeu, con il significato che lo stadio ha nella storia, come capitano ho avuto il privilegio di alzare la Champions, portarla di nuovo a Milano. Resterà nella storia del club e nella storia del calcio mondiale. In quel momento avevo realizzato un sogno».

Advertisement

Facebook

News

Advertisement