Inter Juve, la conferenza stampa integrale postpartita di Allegri
Connettiti con noi

Hanno Detto

Inter Juve, la conferenza stampa integrale postpartita di Allegri

Pubblicato

su

Ecco la conferenza stampa tenuta dal tecnico bianconero Max Allegri dopo la sconfitta arrivata nel derby d’Italia tra Inter e Juve

Massimiliano Allegri in conferenza stampa dopo Inter Juve.


LATO POSITIVO – «È stata una partita difficile, lo sapevamo, contro una squadra forte che merita il primato in classifica. Test importante per il nostro percorso di crescita, nella ripresa potevamo prendere il 2-0 o fare l’1-1, ma c’è mancata un po’ di lucidità contro una squadra di grande tecnica. Nel primo tempo abbiamo rischiato su un contropiede di Thuram, poi abbiamo avuto l’occasione con Vlahovic. Si può migliorare, ma è stata una settimana complicata. Il nostro obiettivo è tornare nelle prime quattro, questa sconfitta non deve cambiare il nostro percorso».

VLAHOVIC NEROVOSO – «Ha fatto una buona partita, come tutta la squadra. La Juve non giocava da tre anni una partita così, stasera lo ha fatto con una squadra che fa parlare di sè da tre anni. Devono stare sereni, continuare a lavorare, soprattutto perché abbiamo un obiettivo da raggiungere, cioè tornare in un posto Champions».

DISCORSO AI RAGAZZI – «Solo che è stata una settimana dove abbiamo pareggiato con l’Empoli in modo rocambolesco, ma nel caclio succede anche questo. Stasera sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, ma non decide il campionato. Dobbiamo migliorare, ma nessuno si aspettava la Juventus a 53 punti e a contatto con l’Inter. Se qualcuno pensa che la Juve debba puntare a vincere il campionato allora è più capace di me nel leggere una squadra».

YILDIZ – «Io faccio fatica a spiegare le cose. Era normale per Yildiz, deve fare ancora il suo percorso di crescita. Si passa dalle stelle alle stalle in un attimo. Stasera è entrato Alcaraz, ha messo voglia e piglio. Chi era in campo ha fatto bene, non posso rimproverare nulla. È un percorso che stiamo facendo, che la Juventus deve fare, per tornare a giocare una competizione che ci manca».

QUANTO MANCA PER LO SCUDETTO – «Non lo so, è un percorso di crescita. Siamo secondi, godiamoci il secondo posto, loro sono stati costruiti da tempo. È un percorso iniziato con Conte ed è la normalità, ci sono percorsi che vanno fatti in totale serenità. Piaccia o non piaccia, sono dati di fatto. La società lo sa, sappiamo come è andata la passata stagione. Dobbiamo continuare bene, c’è un gruppo coeso».

Copyright 2023 © riproduzione riservata Inter News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 49 del 07/09/2021- Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - P.I.11028660014 - Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso all' FC Internazionale Milano I marchi Inter sono di esclusiva proprietà di FC Internazionale Milano