Conferenza stampa Inzaghi post Inter Juve: le dichiarazioni
Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Inzaghi post Inter Juve: le dichiarazioni del tecnico nerazzurro

Pubblicato

su

Il tecnico dell’Inter, Simone Inzaghi, è intervenuto in conferenza stampa per analizzare il successo ottenuta sulla Juve

Intervenuto in conferenza stampa al termine di Inter Juve, Simone Inzaghi ha risposto così alle domande dei giornalisti presenti in sala stampa.

COSA MI SODDISFA MAGGIORMENTE? – «Come ha giocato la squadra, siamo sempre stati concentratissimi, abbiamo concesso una ripartenza a una squadra come la Juventus. È una tappa importante, non decisiva, come detto in conferenza, però chiaramente è una serata ottima, con i nostri tifosi, che da quando siamo arrivati allo stadio ci hanno aiutato tantissimo».

RABBIA PER IL GIALLO – «Tantissimo. Spesso è stato meritato, stasera no: era un derby d’Italia, una partita così sentita, i giocatori in campo sono stati correttissimi e noi abbiamo cercato sempre di far lavorare bene tutti. Purtroppo sono uscito dall’area tecnica, è un’ammonizione pesante: mi dispiace e meglio a me che a uno dei miei giocatori, ma pensare di non essere sabato in panchina è una piccola amarezza ma è già capitato in passato».

SULL’ATTEGGIAMENTO SUBITO OFFENSIVO – «Noi volevamo fare chiaramente una partita aggressiva, i ragazzi hanno usato testa e cuore, avevo chiesto di essere sempre concentrati e la partita è rimasta aperta perché Szczesny ha fatto una partita incredibile. Ma non c’è stata storia».

LA LEPRE STA SEMINANDO IL CACCIATORE? – «Si può dire che è una tappa importante del nostro percorso. Stiamo facendo un cammino incredibile e nonostante questo abbiamo la Juve a quattro punti, il Milan a otto. In altri campionati con questo numero di vittorie il vantaggio era almeno dieci punti. Così non è e dobbiamo guardare il nostro percorso, con le insidie ma siamo fiduciosi».

SU CALHANOGLU – «Assolutamente sì, è stato bravissimo, però dopo una partita così sarebbe giusto elencarli tutti. Dagli attaccanti ai difensori, a chi è entrato dopo: non era semplice. Ci hanno dato tutti una grande mano»

COME STA DIMARCO? – «Penso sia solo un crampo, niente di preoccupante. Frattesi non era disponibile: ieri nella rifinitura ha avuto un indolenzimento, stamattina ha fatto la rifinitura ma abbiamo parlato con i medici e non era il caso di rischiarlo. Speriamo di averlo a Roma»

SU PAVARD – «Ha fatto una grande gara, è un giocatore internazionale che non aveva bisogno di presentazioni. È stata bravissima la società a capire il momento in cui potevamo prenderlo. Abbiamo preso un grandissimo giocatore che si è integrato subito: ha avuto la fortuna di trovare un gruppo spettacolare. I nuovi arrivati, penso 12-13 su 23-24 si sono inseriti perfettamente»

Copyright 2023 © riproduzione riservata Inter News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 49 del 07/09/2021- Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - P.I.11028660014 - Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso all' FC Internazionale Milano I marchi Inter sono di esclusiva proprietà di FC Internazionale Milano