Tardelli: «Stupito dalla decisione di Mancini. E su Barella dico…»
Connettiti con noi

Hanno Detto

Tardelli: «Stupito dalla decisione di Mancini. E su Barella dico…»

Pubblicato

su

Marco Tardelli ha voluto dire la sua in merito alla decisione di Mancini di lasciare la Nazionale: le parole dell’ex Inter

Intervistato da La Stampa, l’ex Inter, Marco Tardelli, si è espresso così sull’addio di Roberto Mancini dalla panchina dell’Italia.

SULL’ADDIO – «L’unica cosa che si può dire è che è stato un fulmine a ciel sereno. Anzi, nemmeno a ciel sereno perché, se fosse stato sereno, non sarebbe arrivata una decisione simile. È difficile dare un parere perché bisogna prima capire bene le motivazioni. Sono stupito ma non giudico negativamente. C’è chi parla di offerte dall’Arabia Saudita, però Mancini ha fatto riferimento a una scelta personale. Non capisco: erano appena state ridisegnate le giovanili come chiedeva Mancini che, però, forse ha avvertito poi una mancanza di fiducia. L’unico dato certo è che ora c’è un problema colossale: ci sono due partite dell’Italia a settembre e la Nazionale non ha un ct».

SUCCESSORE IDEALE? – «Difficile dirlo. Conte ha già allenato l’Italia ma ha scelto di andare via. Spalletti forse è lontano dagli standard degli stipendi federali. Un giovane allenatore come De Rossi dovrebbe prendersi un bel rischio e potrebbe bruciarsi. Perché questa Nazionale deve assolutamente qualificarsi agli Europei. Ora serve solo mettersi calmi e scegliere bene. Il presidente Gravina deve riflettere bene. Temo che chiunque arriverà sarà un po’ spaventato, perché avrà di fronte una situazione davvero caotica. E avrà davanti pochissimo tempo».

GIUDIZIO SULL’OPERATO DI MANCINI? – «Mi piace come allena e come fa giocare le sue squadre. Ha vinto gli Europei: non succedeva da 53anni. E ha fatto esordire molti giovani».

SAREBBE STATO MEGLIO DIRE ADDIO DOPO LA MANCATA QUALIFICAZIONE AI MONDIALI? – «No, credo sia stato giusto continuare. Mancini aveva vinto gli Europei. Aveva alle spalle questo traguardo grandioso appena centrato. E non dimentichiamoci che ha fallito la qualificazione al Mondiale anche per sfortuna. Era arrivato davvero a un passo, se non fosse stato per quei due rigori falliti».

UN CALCIATORE CHE PUÒ TRASCINARE IL GRUPPO DELL’ITALIA? – «Penso che il più indicato sia Barella. Ha dimostrato in campo di avere qualità da leader».

Copyright 2023 © riproduzione riservata Inter News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 49 del 07/09/2021- Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - P.I.11028660014 - Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso all' FC Internazionale Milano I marchi Inter sono di esclusiva proprietà di FC Internazionale Milano