Salernitana, Inzaghi avvisa l’Inter: «È ancora lunga, io ci metto la faccia»
Connettiti con noi

News

Salernitana, Inzaghi avvisa l’Inter: «È ancora lunga, io ci metto la faccia»

Pubblicato

su

In conferenza stampa dopo il ko contro l’Empoli, il tecnico della Salernitana Filippo Inzaghi pensa già al prossimo match con l’Inter

Sprofondo rosso (o per meglio dire granata), in casa Salernitana. Con il ko contro l’Empoli la squadra di Filippo Inzaghi peggiora ulteriormente il rendimento in campionato e rimane incollata all’ultimo posto della classifica. In conferenza il tecnico parla così verso il prossimo match (primo su tutti quindi quello con l’Inter). 

SALERNITANA – EMPOLI – «Anche io mi aspettavo un altro approccio alla gara. Purtroppo al nostro primo errore prendiamo gol, purtroppo c’è stato un solo tiro in porta di Kastanos e il portiere è stato bravissimo. Nella ripresa la reazione c’è stata, abbiamo conseguito il pareggio e stavamo schiacciando l’Empoli a caccia della vittoria. Poi c’è stata l’ingenuità del rigore. Dispiace perchè la gente e la società meritavano altri risultati. Più di metterci la faccia non posso, per fortuna ci sono tante partite e abbiamo recuperato qualche difensore. C’è però la possibilità che Pirola si sia fatto male di nuovo».

SICURO DELLA VITTORIA – «Il presidente ha parlato prima della partita, ieri la gente è stata straordinaria. Ero sicuro che l’avremmo vinta. C’erano tutti i presupposti. Non avevo la sensazione che si potesse prendere gol».

RISCHIO ESONERO – «Non ho sentito la società e il direttore, immagino che ora saranno delusi come sono deluso io. Non ho ripagato la loro fiducia. Abbiamo tanti punti a disposizione, ma non tutto è finito. Ora c’è l’Inter e sappiamo quanto è dura, poi avremo tanti scontri diretti che ci giocheremo con calciatori che metteranno minuti nelle gambe. Pirola si è fatto male sul gol, credo sia successo qualcosa. Ora tocca prendersi le responsabilità, provando a cambiare volto a questa stagione».

PEGGIOR SALERNITANA – «Le sconfitte precedenti erano state gare diverse rispetto a quelle di oggi. Con Roma e Juventus non meritavamo di perdere. Oggi lo stesso, ma non abbiamo fatto il possibile per vincerla. Ci dobbiamo prendere le responsabilità per invertire la rotta».

Copyright 2023 © riproduzione riservata Inter News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 49 del 07/09/2021- Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - P.I.11028660014 - Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso all' FC Internazionale Milano I marchi Inter sono di esclusiva proprietà di FC Internazionale Milano