Connettiti con noi

Hanno Detto

Lukaku amaro: «Il razzismo nel calcio è al massimo storico, non vedo progressi»

Pubblicato

su

Lukaku

In una intervista alla CNN Romelu Lukaku è tornato a parlare dell’argomento razzismo

Romelu Lukaku, attaccante dell’Inter e della Nazionale belga, è sempre stato un calciatore attivo nella lotta al razzismo e dell’argomento è tornato a parlarne in una intervista alla CNN.

RAZZISMO«Credo che, in questo momento, il razzismo nel calcio sia al massimo storico. Il motivo? La colpa è anche dei social media. A essere onesto non vedo davvero progressi. Vedo molte campagne e tutto il resto, ma fino a quando non viene intrapresa una vera azione non cambierà nulla. In Italia, quando è successo a me direttamente, si è fatto qualcosa perché la Serie A ha parlato con e la mia squadra». 

EDUCARE LE PERSONE«Abbiamo cercato di educare le persone in Italia che non va bene, perché l’Italia è un paese bellissimo e sono stato accettato davvero bene da tutti, tifosi dell’Inter e non. Penso che quando è successo, qualcosa è cambiato. È quello che dovrebbero fare tutte le leghe. Dovrebbero parlare con i giocatori e fondamentalmente cercare di fare le cose con i giocatori e con le loro squadre. Quando si è parlato della Superlega, la gente e i fan sono scesi in strada per protestare. Io stesso non volevo che accadesse. Ma perché non metti la stessa energia anche quando si tratta di razzismo?». 

Advertisement
Advertisement

Facebook

News

Advertisement

Copyright 2021 © riproduzione riservata Inter News 24 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - P.I.11028660014 - Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso all' FC Internazionale Milano I marchi Inter sono di esclusiva proprietà di FC Internazionale Milano