Connettiti con noi

News

Inzaghi supera un altro esame: prova di forza dell’Inter e nuovo segnale alle rivali. Adesso la Supercoppa

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

L’Inter non si ferma e centra l’ottava vittoria consecutiva in campionato contro la Lazio: adesso parte l’assalto alla Supercoppa nel Derby d’Italia contro la Juve

L’Inter riparte da dove aveva finito. Vittoria pesante contro la Lazio di Sarri che si è snaturato pur di mettere in difficoltà la corazzata nerazzurra. Simone Inzaghi non paga l’emozione di fronte alla sua ex e riscatta l’amara sconfitta dell’andata Olimpico. Prova di forza quella sciorinata a San Siro da Brozovic e compagni, a dispetto del punteggio e della vittoria di misura registrata sugli almanacchi.

Non era facile dopo tre settimane rimettersi in pista e lo stop di Bologna non ha di certo aiutato la compagine campione d’Italia in termini di gioco e fluidità di manovra. Nonostante una prova non brillantissima, gli uomini di Inzaghi hanno condotto le operazioni schiacciando in alcune fasi della partita la Lazio nella propria trequarti e rischiato praticamente zero dalle parti di Handanovic. A parte la dormita difensiva sul gol del rapace Immobile, i nerazzurri hanno rischiato poco o nulla anche nell’assalto finale della Lazio.

Sugli scudi ovviamente Alessandro Bastoni: sinistro caldissimo per il nazionale campione d’Europa, al primo sigillo stagionale con un eurogol di rara bellezza. Difensore moderno e totale, capace di scodellare nella ripresa sulla testa del compagno di reparto Skriniar (lo slovacco sempre più goleador e al quarto centro stagionale) il pallone del gol vittoria. L’altra nota lieta della serata è sicuramente Alexis Sanchez, sempre nel vivo della manovra e che ha deliziato il pubblico del ‘Meazza’ con alcune giocate sopraffine. Il cileno, se la condizione fisica lo assiste, può essere un valore aggiunto che può fare la differenza sia dal primo minuto che a gara in corso come più volte sottolineato anche dallo stesso Inzaghi.

Il tecnico piacentino giustamente ha allontana un nuovo colpo in entrata nel reparto offensivo e si aspetta magari qualche ritocco solo a sinistra nella casella di vice Perisic. Anche perché a centrocampo Gagliardini ha dimostrato di essere un puntello prezioso quando viene chiamato in causa, con Inzaghi che spera di recuperare al massimo della condizione un elemento del calibro di Stefano Sensi che permetterebbe all’Inter di fare un ulteriore salto di qualità, in attesa ovviamente di definire il suo futuro. Intanto, in vista della finale di Supercoppa contro l’acerrima rivale Juventus, l’Inter ritrova la vetta riscavalcando il Milan e aggiungendo nuova  e rinnovata consapevolezza della propria forza. 

Advertisement

Facebook

News

Advertisement