Connettiti con noi

News

Calciomercato Inter, per il piano di Marotta serve un sacrificio: Skriniar o Dumfries, ma Lautaro…

Pubblicato

su

Archiviata la delusione per aver mancato il secondo scudetto di fila, l’Inter riordina le idee e inizia a prepararsi in vista della prossima stagione.

Il primo anno di Simone Inzaghi (vicino al rinnovo) alla guida dei nerazzurri va considerato comunque positivo, con i trionfi in Supercoppa e Coppa Italia, ma ora serve alzare l’asticella e bisogna iniziare dal mercato.

Il progetto di rafforzamento pianificato da Beppe Marotta è importante e le prossime settimane saranno decisive in tal senso. “Stiamo lavorando al fine di allestire una squadra competitiva come merita l’Inter”, ha assicurato l’ad nerazzurro. Dopo l’arrivo di Mkhitaryan dalla Roma per far fronte alle partenze di Vidal e Vecino, ora il punto centrale del programma è chiudere per Paulo Dybala. Si cerca l’accordo definitivo nel prossimo incontro con l’agente, sulla base di un contratto triennale con opzione per il quarto, da 6,5 milioni all’anno bonus compresi. La Joya rappresenterebbe di certo il colpo dell’estate nerazzurra e i bookmaker presenti su Wincomparator danno l’arrivo dell’argentino alla corte di Inzaghi come un affare praticamente concluso. Il suo trasferimento in maglia nerazzurra, infatti, è dato dagli esperti intorno a 1.05, a riprova che la storia d’amore tra Dybala e l’Inter potrebbe iniziare a breve.

Sempre in entrata, si lavora su due operazioni di prospettiva, con l’obiettivo di puntellare l’organico. Il primo nome è quello di Raoul Bellanova, esterno classe ‘98 del Cagliari, appena retrocesso. Il Cagliari lo ha riscattato dal Bordeaux dopo una stagione molto positiva e ora chiede 10 milioni per cederlo, ma l’Inter è convinta di poter abbassare la cifra con l’inserimento di qualche giovane. Un discorso simile lo si sta facendo per l’altro profilo individuato, ovvero Kristjan Asllani, centrocampista albanese esploso nella seconda parte di stagione con l’Empoli di Aurelio Andreazzoli. Anche in questo caso la richiesta balla tra i 10 e i 15 milioni, ma i toscani potrebbero accontentarsi di qualcosa in meno se nell’affare rientrasse uno tra Agoumé e Satriano. In caso di arrivo Asllani rappresenterebbe l’alternativa a Marcelo Brozovic.

Capitolo uscite. L’Inter ha bisogno anche e soprattutto di fare cassa, con almeno una cessione illustre (che potrebbero diventare anche due). Gli indiziati principali a lasciare Appiano Gentile sono Milan Skriniar e Denzel Dumfries. Il centrale slovacco è in scadenza nel 2023 e su di lui è piombato da qualche giorno il Psg. Al club francese può aggiungersi anche il Chelsea nella corsa al difensore, dato che i Blues hanno appena perso Rudiger, trasferitosi al Real Madrid di Ancelotti. Per quanto riguarda invece il laterale olandese, arrivato la scorsa estate dal Psv Eindhoven, su di lui c’è in primis il Bayern Monaco, ma vanno tenute d’occhio anche le piste inglesi, su tutte Chelsea e Manchester United. Dopo l’addio di Perisic potrebbe quindi partire anche l’altro esterno, che tanto bene ha fatto in questa stagione d’esordio nella quale ha sostituito Hakimi.

L’intenzione è quella di trattenere Bastoni, sul quale ci sono gli interessi della Premier League, e Lautaro, che partirebbe solo in caso di arrivo sia di Dybala che di Lukaku. Il belga è un’opzione secondaria che potrebbe anche prendere piede tra qualche giorno, ma solo a cifre non esagerate.

Copyright 2021 © riproduzione riservata Inter News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 49 del 07/09/2021- Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - P.I.11028660014 - Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso all' FC Internazionale Milano I marchi Inter sono di esclusiva proprietà di FC Internazionale Milano