Connettiti con noi

Giovanili

Ag.Zefi: «L’Inter ha creduto e investito in lui. Può arrivare in prima squadra»

Pubblicato

su

Stephen Carr, agente di Kevin Zefi, ha parlato della trattativa e del suo ambientamento a Milano: le sue parole all’Independent.it

Stephen Carr, agente di Kevin Zefi, ha parlato della trattativa che lo ha portato all’Inter e del suo ambientamento a Milano: le sue parole all’Independent.it.

«Avere un giocatore all’Inter non può che essere positivo per tutto il calcio irlandese. Kevin ha aperto una porta che è sempre stata chiusa. Gli italiani ora si chiedono: “Siamo stati un po’ ciechi davanti a questo, al talento irlandese?” Non ci saranno mai tanti giocatori irlandesi in Italia quanti ne abbiamo avuti in Inghilterra negli anni, sarà sempre un piccolo gruppo, ma ce ne saranno altri in futuro. Kevin doveva andare al PSV, una settimana prima dell’inizio del Covid, e i club inglesi erano molto interessati a lui, ma non sarebbe stato possibile dopo la Brexit.

L’Inter lo ha voluto e voleva chiudere l’operazione in fretta, l’idea gli è piaciuta e ci è andato. La sua famiglia lo ha seguito a Milano, ma non vive con loro: li vede molto, ma vive in un alloggio con gli altri giocatori. Avere una famiglia intorno lo aiuta a stabilirsi. Vivere con gli altri giocatori è il modo migliore per integrarsi, per imparare la lingua, e lui deve crescere, ha quasi 17 anni ormai. Può vedere la sua famiglia, ma la sua base è costruita intorno al calcio. Conosce i giocatori, lavora sulla lingua ed è meglio per lui stare con i suoi coetanei invece che andare a casa da sua madre e suo padre ogni sera. Deve andare a scuola, che gli piaccia o no, tutti i giocatori lo fanno. Si sta formando e sta anche imparando la lingua. Imparare la lingua è stato fondamentale in modo che potesse capire il resto e questo è un grande cambiamento, sta ricevendo un’istruzione. E sta facendo progressi con il suo italiano.

L’Inter ha investito in Kevin. L’Inter ingaggia solo tre stranieri all’anno per il proprio settore giovanile e lui è uno di questi. Quindi c’è un percorso per la prima squadra, non ingaggiano giocatori se non vedono in loro potenzialità da prima squadra. Kevin ha la capacità di fare quello che vuole, ma, ed è un grande ma, servono anche l’atteggiamento e il ritmo di lavoro. So che ha le capacità, ha delle abilità straordinarie, può cambiare una partita, ma se il suo atteggiamento non sarà quello giusto e si farà trasportare dagli eventi, allora farà fatica. Kevin ha una possibilità, ha un’opportunità, ma deve sfruttarla al meglio. Serve la mentalità per tenere i piedi per terra. Kevin non ha ancora fatto nulla. Quello che ha è una grande opportunità per essere un calciatore, nient’altro, e deve dimostrare di essere abbastanza bravo per esserlo. Ma ha una straordinaria opportunità per farlo».

Copyright 2021 © riproduzione riservata Inter News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 49 del 07/09/2021- Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - P.I.11028660014 - Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso all' FC Internazionale Milano I marchi Inter sono di esclusiva proprietà di FC Internazionale Milano