Connettiti con noi

News

Serie A, ultimatum del Governo: comportamenti giusti o si torna a porte chiuse

Pubblicato

su

Serie A, ultimatum del Governo: comportamenti giusti o si torna a porte chiuse. L’Esecutivo valuta le diverse possibilità

Il Governo lancia un ultimatum al mondo del calcio e ai tifosi. Se negli stadi non ci saranno comportamenti ritenuti corretti si tornerà a giocare a porte chiuse.

Secondo quanto detto dal Corriere dello Sport, oggi le telecamere inquadreranno gli spalti riempiti a un massimo del 50% (decisione presa il 29 dicembre) e bisognerà sperare che dappertutto si rispettino le regole, cioè mascherina FFP2 ben indossata e disposizione “a scacchiera” sui seggiolini, occupando un posto sì e un posto no. Il premier Draghi non vuole più vedere assembramenti nelle curve e tifosi con il volto scoperto. Lo ha detto pubblicamente, ribadendo il concetto che le sanzioni stavolta saranno pesanti e immediate. L’ambiente calcistico, al netto della serietà dimostrata da Federazione e Leghe, viene considerato da diversi esponenti dell’Esecutivo un cattivo esempio per il Paese a causa del mancato rispetto delle regole