Connettiti con noi

Focus

Correa, la sua avventura nerazzurra fino a oggi: tra doppiette e infortuni

Pubblicato

su

Joaquin Correa è l’acquisto voluto da Inzaghi per sostituire Romelu Lukaku. Tra alti e bassi l’argentino ha mostrato cosa può dare all’Inter

27 agosto 2021, Verona. L’Inter è ferma sull’1 a 1 contro l’Hellas di Di Francesco e, quando siamo al minuto 74′, Simone Inzaghi richiama dalla panchina il neo acquisto Correa. El Tucu ci mette solamente 9 minuti a realizzare il gol del vantaggio e, poi, a poco dal termine, chiude i conti siglando una strepitosa doppietta.

Da quel momento, però, l’avventura nerazzurra di Correa subisce qualche contraccolpo, soprattutto a causa degli infortuni. Prima un colpo al fianco contro il Bologna lo costringe ai box e, poco dopo, un fastidio muscolare in Nazionale ne rallenta l’inserimento. Quando poi Inzaghi decide di ributtarlo nella mischia contro l’Udinese, l’ex Lazio realizza la sua seconda doppietta all’Inter, sbloccando e chiudendo una partita fino a quel momento dura e ostica.

Nella gara contro i bianconeri, Correa fa vedere tutto il suo repertorio: velocità, tecnica, agilità. I nerazzurri hanno puntato sull’argentino non solo perché esplicita richiesta di Inzaghi, ma perché hanno individuato in lui un calciatore che può dare al reparto offensivo una grande imprevedibilità. E’ stato preso per riuscire a sbloccare partite chiuse proprio grazie alla sua capacità di saltare l’uomo.

A Roma, contro i giallorossi di Mourinho, El Tucu ha forse fatto la sua miglior prestazione, pur non contribuendo attivamente a nessun gol. Poi, però, l’ennesimo infortunio muscolare, che lo ha fermato nel suo momento di maggior espressione.

La carriera dell’argentina è stata sempre condizionata dai continui guai muscolari, che non gli hanno mai permesso di trovare continuità. Anche all’Inter la storia – per il momento – non è cambiata. Gli infortuni hanno prima rallentato la sua avventura in nerazzurro e, ora, l’hanno stoppata sul più bello. Le sue caratteristiche però sono chiare, così come è evidente quanto a Inzaghi e al reparto offensivo serva un calciatore del genere. Come ha già dimostrato, nelle gare più complicate da sbloccare, Correa può diventare l’arma in più per scardinare le difese serrate.

A gennaio è previsto il suo rientro dall’ultimo infortunio e, visto il calendario fitto e pieno di scontri diretti, sarà necessario per l’Inter ritrovare il vero Correa. Sarà fondamentale rivedere quello che, contro l’Hellas e l’Udinese, ha fatto innamorare i tifosi nerazzurri.