Connettiti con noi

Hanno Detto

Inzaghi a DAZN: «Vinta una partita chiave. Rigoristi? Vi spiego la gerarchia e su Lautaro…»

Pubblicato

su

Simone Inzaghi, tecnico dell’Inter, ha parlato ai microfoni di DAZN nel post partita di Inter-Napoli: le sue dichiarazioni

Simone Inzaghi, tecnico dell’Inter, ha parlato ai microfoni di DAZN nel post partita di Inter-Napoli: le sue dichiarazioni

EMOZIONI – «Era una gara chiave, ma la più importante è fra tre giorni. Ieri l’ho un po’ nascosto e ai ragazzi non l’ho detto. Abbiamo battuto meritatamente una squadra fortissima, un grande match e ho fatto i complimenti ai ragazzi. Abbiamo sofferto un po’ nel finale anche visti i tanti viaggi con le Nazionali, ma ci sta».

GESTIRE LE FORZE – «Avevo giocatori fuori, Dzeko non al meglio, giocatori reduci dalle Nazionali, Correa l’ho cambiato per un problemino. Normale che poi vedendo 8 minuti di recupero un po’ di paura subentra, anche considerando le altre partite non vinte per un soffio. Tutto normale».

RIGORISTI – «Stamattina hanno calciato tre rigori Calhangolu, Perisic e Lautaro e hanno fatto 9 gol quindi ho detto “fate voi”. Sono tre bravissimi, Hakan è in grande forma, l’ha calciato benissimo e senza ammonizione non l’avrei mai tolto. Si è dimostrato un’altra volta un giocatore di grande personalità».

PRESSING – «L’avevamo preparata così. Napoli è primo per possesso palla in Serie A, sapevamo che con delle pressioni organizzate potevamo fare male. Facendo stare il Napoli sotto al 60% di possesso potevamo portarla a casa e così è stato».

BARELLA – «È stato molto bravo, solitamente il Napoli utilizza una costruzione a 3 invece oggi i terzini erano più statici. I tre centrocampisti hanno fatto una grande partita».

LAUTARO – «Non ero preoccupato per Lauty, visto che continuava a crearsi occasioni. Ci sono periodi in cui la palla non vuole entrare, oggi ha fatto un grandissimo gol. L’ho visto tranquillo e sereno, è un giocatore che ama la maglia».

SCUDETTO – «Penso che dobbiamo continuare così, abbiamo un percorso importante davanti. Vogliamo passare i gironi di Champions, i tifosi e lo club lo vogliono. Noi dobbiamo andare avanti partita dopo partita, abbiamo lasciato qualche punto perché per noi la Champions è stata molto importante».