Connettiti con noi

Focus

Il 2021 di Calhanoglu: cinque mesi per prendersi l’Inter e zittire tutti

Pubblicato

su

Il 2021 nerazzurro di Calhanoglu è stato semplicemente al top: cinque mesi per prendersi l’Inter e zittire tutti

Uno dei grandi protagonisti della prima parte di stagione dell’Inter è – senza dubbio alcuno – Hakan Calhanoglu. Dopo un primo periodo di apprendistato condito da alcune prestazioni sotto tono, il turco si è riscattato alla grande a suon di ottime prestazioni, gol e assist diventando uno dei titolari inamovibili dello scacchiere di Simone Inzaghi. Basti pensare che l’autorevole sito di statistiche whoscored lo ha eletto come miglior giocatore di Serie A del girone di andata per media voto, rientrando anche tra i migliori 5 calciatori dei 5 top campionati europei.

L’ex Milan con i suoi 7 assist è il giocatore che ha realizzato il maggior numero di passaggi vincenti nel nostro campionato, di questi ben 5 sono arrivati da calcio piazzato. Impressionanti anche i 46  passaggi chiave realizzati. I numeri aiutano a comprendere fino in fondo l’impatto che Calhanoglu ha avuto nell’universo Inter ma il suo rendimento non era affatto scontato.

Basta andare con la memoria al suo passaggio in nerazzurro, in un momento in cui non solo sembrava difficile sostituire Eriksen ma anche il Luis Alberto che Simone Inzaghi aveva avuto a disposizione alla Lazio, per ricordare che c’era più di un punto interrogativo sulla sua possibile riuscita in nerazzurro. Innanzitutto quando aveva giocato in un 3-5-2, con Montella, si era trovato male; secondo poi Calhanoglu aveva sempre dato il meglio in sistemi di gioco verticali e intensi, che gli permettessero di giocare in transizione sfruttando gli spazi aperti e il disordine.

Inzaghi gli ha cucito addosso un vestito perfetto e i risultati sono sotto gli occhi di tutto. In cinque mesi il centrocampista turco si è preso l’Inter ed ha aumentato i rimpianti del Milan, che non ci ha pensato due volte a “regalarlo” a Marotta ed Ausilio. Ora i tifosi nerazzurri se lo godono, per buona pace dei rosiconi.