Connettiti con noi

Hanno Detto

Castaignos ricorda l’Inter: «Non era il momento giusto. Su Sneijder e Coutinho…»

Pubblicato

su

L’ex Inter, Luc Castaignos, ricorda la propria esperienza in nerazzurro da giovane, raccontando ciò che non ha funzionato

Era un giovane prospetto molto interessante, Luc Castaignos, quando nel 2011 approdò all’Inter (squadra che era reduce dal Triplete vinto pochi mesi prima). L’attaccante olandese venne prelevato dal Feyenoord dopo una straordinaria stagione. In Italia, con i nerazzurri, non riuscì ad imporsi, collezionando soltanto 6 presenze ed un solo gol. Adesso Luc gioca nel Magdeburgo, in Germania, ed ha rilasciato un’intervista per Gianlucadimarzio.com nella quale racconta la sua esperienza vissuta all’Inter.

L’ESPERIENZA IN NERAZZURRO –: «A quell’età se non giochi tanto è normale lasciare la squadra. Quando giocavo era per rimpiazzare attaccanti come Milito ed Eto’o e queste ‘eredità’ mi sono pesate. Non era il momento giusto per me per giocare lì».

L’ARRIVO A MILANO –: «Volevano che arrivassi già a gennaio, ma prima volevo finire la mia stagione in Olanda. Ero ancora troppo giovane e stavo segnando tanto. Ho rischiato perché un interesse del genere non sai se tornerà».

LO SPOGLIATOIO –: «Sneijder per me era intoccabile. Era dominante in tutto quello che faceva, soprattutto un maestro delle punizioni. Quando sono arrivato e ho firmato, Sneijder era lì con Ausilio per darmi il benvenuto. In quello spogliatoio, si pensava solo a vincere. Con Obi e Coutinho eravamo molto legati».

Copyright 2021 © riproduzione riservata Inter News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 49 del 07/09/2021- Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - P.I.11028660014 - Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso all' FC Internazionale Milano I marchi Inter sono di esclusiva proprietà di FC Internazionale Milano